Skip to content

Vi presentiamo la piccola Aida

Vi presentiamo una piccola bambina di nome Aida, che ha dato ispirazione al nome della nostra associazione:

Siamo nel 1994 a Delisuf (Valona) dopo la caduta della dittatura, in regime di polizia: sono anni di disordine, povertà, anni di assestamento politico e sociale.

Aida è una bambina albanese di due anni e mezzo e vaga sola nei pomeriggi bollenti tra le affascinanti distese di argilla, i campi aridi e le fogne a cielo aperto. La piccola, con la sua innocenza di bambina saltella a piedi scalzi sui mattoni messi per terra ad asciugare.

E’ sorridente eppure triste, sicuramente ignara di quello che accade intorno a lei.

Elisabetta, una volontaria del campo Caritas, la incontra durante le pause di attività ma un giorno non la vede più. I giorni seguenti nemmeno. Decide, quindi, di cercarla bussando alle porte delle quattro case vicine il campo. Apre la porta solo una signora terrorizzata che le chiede di andar via. I giorni seguenti ai volontari viene vietato di oltrepassare il recinto del proprio insediamento perché in caso contrario non si garantisce loro l’immunità.

Aida da allora è scomparsa.

Di lei solo una foto in bianco e nero con un sorriso amaro, fragile, innocente. Una spina nel cuore, un dolore costante ed ora un’associazione per ricordarla e per proteggere i bimbi che, come lei, hanno solo bisogno di protezione, rassicurazioni e di un futuro migliore. Ma anche un’associazione per i genitori, per non essere lasciati soli ad affrontare le pagine tristi della vita.

Il 28 Marzo 2011 è nata A.I.D.A Onlus; un’associazione dedicata ai bambini ed avente la finalità di costruire una o più casa-famiglia.*

Nel nostro “bel paese”, infatti, sono tanti i piccoli in difficoltà che per mancanza di ambienti idonei vengono gestiti in strutture di fatto deputate ad altro (recupero minori a rischio criminalità, riabilitazione disabili, etc.). I neonati spesso trascorrono mesi negli ospedali insieme ai malati in attesa di una soluzione qualsiasi.

In genere i più fortunati accedono alle poche case-famiglia esistenti dopo che i fratelli più grandi hanno visto il loro futuro incenerirsi sotto il peso di una burocrazia indifferente, lenta e pavida. Come se non bastasse questi luoghi eldorado che precedono l’affido o l’adozione, accolgono giovani e giovanissimi in strutture affollate e senza le necessarie risorse. La motivazione istituzionale è di ordine psico-pedagogico: l’infelicità aumenta il desiderio di una nuova famiglia! Di fatto, un bambino infelice ha molte probabilità di diventare un adulto infelice.

Come può accadere tutto questo?

Accade perché la normativa di riferimento è obsoleta (legge 184/1983), perché in Italia non è stata ancora ratificata la Convenzione Europea sull’esercizio dei diritti dei bambini (1996 – Consiglio d’Europa), perché la revoca della potestà è revocabile in qualsiasi momento senza criteri oggettivi (art. 330 e seguenti cc), perché la legge quadro 328/2000 sulle comunità-alloggio dei minori rimanda le norme attuative alle delibere delle giunte regionali che, a loro volta, rimandano ai regolamenti comunali che, ove emanati, ripiegano sui piani di zona avvalendosi, principalmente, del settore non-profit.

Dal nostro blog

Le ultime notizie
da A.I.D.A Onlus

Nuovi orari

Il Centro diurno “Casa degli Amici di Aida” è sito in:Via Del Canaletto 5 a San Giorgio Ionico (Taranto) Orario

Carta Servizi e Regolamento Aida Onlus Agg. 2020

Di seguito potrete trovare la nostra Carta Servizi e Regolamento Aida Onlus Agg. 2020

Bandi 2018 per la selezione di volontari del Servizio Civile Nazionale

Si comunica che i candidati risultatati “IDONEI E SELEZIONATI” dovranno presentarsi il giorno 20 febbraio 2019 alle ore 15.00 presso

Cena sociale e solidale A.I.D.A. Onlus

Nella sera dell’8 giugno 2017 si è svolta presso il “Corten Bistrot” di Lizzano (TA) la cena sociale di AIDA Onlus: un evento pensato ed
Dona il tuo 5x1000 ad A.I.D.A Onlus

Se vogliamo sostenere l’infanzia dei fanciulli possiamo cominciare con un gesto semplice:
destinare il 5 per mille delle imposte ad A.I.D.A. così che il nostro futuro abbia un buon presente!